Antonino De Simone

music:

+39_0818811028

X

Entra nell'area prodotti per visualizzare tutte le promozioni dedicate a te.

Recupera la tua password

Tutorial Angolo del Grossista

X

iscritta nel Registro delle

150 Imprese Storiche d'Italia

storia

storia










La ditta Antonino De Simone è stata fondata nel 1830, solo pochi anni dopo che il francese Bartolomeo Martin aveva aperto a Torre del Greco il primo laboratorio per la lavorazione del corallo, nel 1805.

 

Torre del Greco era già famosa fin dal 1400 per la pesca del corallo, infatti dal suo porto partivano le coralline verso i banchi più ricchi di Corsica, Sardegna, Sicilia, Tunisia e Algeria.

 

La storia della ditta "Antonino De Simone" coincide, quindi con la storia della lavorazione del corallo a Torre del Greco e dal 1830, anno della sua fondazione, l'attività è stata trasmessa da padre in figlio senza interruzione per 180 anni, tramandandone tutti i segreti.

L'azienda, trasformata nel 1998 in srl , dopo la morte di Antonino De Simone, avvenuta il 5 novembre 2010,
è guidata dalla figlia Gioia De Simone e dal nipote Michele Palomba.

La ditta occupa adesso 25 dipendenti, con i quali intrattiene un rapporto di continuità e fiducia, basti pensare che alcuni prestano la loro attività in azienda da più di quaranta anni!

 

Questo dettaglio non è privo di importanza, perché il clima di armonia quasi familiare è la prima cosa che viene notata dai clienti di tutto il mondo, che spesso amano scattare foto insieme agli esperti al lavoro.

 

La stabilità è tuttavia uno sviluppo degli ultimi cinquanta anni, prima infatti esistevano solo squadre di operai che si spostavano di fabbrica in fabbrica e che venivano assunti per prestare il loro lavoro temporaneamente.

 

 Anche le tecniche di produzione, pur rimanendo ad alta intensità di lavoro, hanno beneficiato dell’aiuto di alcune macchine, che consentono una maggiore precisione e velocità nella produzione, ma la lavorazione del corallo rimane prevalentemente artigianale , un’attività pulita che non produce residui di lavorazione dannosi per l’ambiente ed ha un alto rispetto anche per la salvaguardia dell’ecosistema marino; la pesca infatti è minuziosamente regolarizzata ed affidata a pochi subacquei che raccolgono solo i rami più grandi.


La specialità della “Antonino De Simone” è la lavorazione del corallo del mediterraneo, che viene comprato grezzo, lavorato ed esportato in tutto il mondo; ma i frequenti contatti con i mercati internazionali, hanno consentito una più ampia conoscenza anche di altre pietre, sempre più richieste anche nel mercato nazionale, con un conseguente ampliamento della gamma dei prodotti, che oggi comprende anche turchese, perle, lapislazzuli, crisopazio.